Succede nel Mondo

“Case-chiodo” ovvero la disperata resistenza contro la speculazione edilizia

Yangji_China

L’ex villaggio di Yangji in Cina

“Case-chiodo”. Così sono state battezzate le abitazioni di chi si ostina a resistere alla speculazione edilizia e ai cosiddetti piani di riqualificazione urbanistica. Un’espressione dietro la quale si nascondono storie di ordinaria follia tra edifici isolati all’interno di enormi cantieri, assalti portati avanti da ruspe e bulldozer, intimidazioni e violenze.

Uno dei casi più significativi è quello di Yangji, un quartiere in demolizione nella zona sud-orientale di Canton, in Cina. Qui i residenti che hanno scelto di non abbandonare le loro case si sono trovati a fare i conti non solo con le imprese edili ma anche con centinaia di ex abitanti della zona, sfrattati in precedenza ed esasperati per il continuo rinvio della fine dei lavori. Una vera e propria guerra tra pezzenti, senza esclusione di colpi. Infatti, dopo le continue minacce e i sabotaggi alla rete elettrica e all’acquedotto, i vecchi residenti, che da due anni attendono di ricevere degli alloggi nel quartiere, hanno pensato bene di scavare fossati attorno alle abitazioni delle poche famiglie rimaste. Non contenti hanno poi deviato un fiume che scorreva nella zona trasformando gli edifici ancora esistenti in prigioni e l’intero cantiere in un enorme acquitrino.

Episodi per nulla rari nella Cina del boom edilizio dove numerosi quartieri e villaggi rurali stanno cedendo il posto ad aree residenziali, centri commerciali, grattacieli e autostrade. Una delle storie più conosciute, grazie anche alle immagini circolate sul web, è quella di una “casa-chiodo”, appartenente ad una coppia di anziani, finita al centro di una nuova strada in costruzione a Wenling, nella provincia di Zhejiang. In quel caso il “problema” venne aggirato realizzando ugualmente la strada… attorno all’abitazione.
Come scriveva Filippo Tommaso Marinetti, “Abbiate fiducia nel progresso, che ha sempre ragione, anche quando ha torto, perché è il movimento, la vita, la lotta, la speranza” . Che l’abbiano preso troppo alla lettera?

Benedetto Antuono

One thought on ““Case-chiodo” ovvero la disperata resistenza contro la speculazione edilizia

  1. Hello there, just became alert to your blog through Google, and
    found that it is truly informative. I am gonna watch
    out for brussels. I’ll be grateful if you continue this in future.
    Numerous people will be benefited from your writing.
    Cheers!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s