Succede nel Mondo

Beauvais Clément, contagocce e fantasia contro l’inquinamento idrico

waterAcqua, inchiostro e un foglio di carta.  Bastano questi tre ‘ingredienti’ per creare un’opera d’arte. Chiedere per conferma a Beauvais Clément, che realizza i suoi dipinti con un… contagocce.

Una delle sue ultime creazioni, rigorosamente a base d’acqua e inchiostro,  è diventata lo spot della campagna “Water Ink” organizzata nel 2012 dall’associazione francese Solidarités International. Obiettivo dell’iniziativa: sensibilizzare media e cittadini sul problema della mortalità dovuta all’acqua malsana nei paesi sottosviluppati.

Un flagello che ogni anno miete milioni di vittime“A livello mondiale, le malattie infettive come malattie di origine idrica sono il killer numero uno dei bambini al di sotto dei cinque anni. L’acqua non potabile o inquinata, unita alla  mancanza di strutture sanitarie e scarsa igiene, causa circa il 3,1 per cento di tutti i decessi”,  specifica il World Water Quality Facts and Statistics dell’Onu.

Tradotto in cifre:  ogni anno nel mondo circa 3,6 milioni di persone (di cui 1,5 milioni di bambini sotto i 5 anni) muoiono per problemi legati all’acqua. E non è tutto: stando al World Water Assessment Programme (WWAP), “ogni giorno 2 milioni di tonnellate di rifiuti umani vengono smaltiti in corsi d’acqua”, mentre “nei paesi in via di sviluppo, il 70% dei rifiuti industriali vengono scaricati in corsi d’acqua intaccando le risorse idriche utilizzabili”.

Benedetto Antuono

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s