Italia / Opinioni

Il paese non è una lavatrice

Nessun governo può essere considerato tecnico. A un anno dall’insediamento del governo Monti si continua a considerare l’esecutivo tecnico e super partes.

E’ singolare come la confusione linguistica possa essere la prova di una confusione politico-istituzionale. Nel riferirsi al governo Monti, si parla di un esecutivo tecnico.

Un governo, cioè, che nulla ha di politico. Eppure, ed è l’argomento dei suoi sostenitori, Monti e i suoi ministri, stanno facendo quelle riforme di cui il paese ha bisogno. “ E’ l’Europa che ce lo chiede” conclude ogni estimatore del professore. Ci si dimentica, però, che un governo è portatore di una precisa visione politica, magari anche tecnica, perché ogni ministro è un esperto nel suo campo, ma squisitamente politica.

Acquistando una lavatrice si ottiene in genere una garanzia. Quando la lavatrice ha un guasto, ci si appella alla garanzia e un tecnico arriva in soccorso dell’acquirente. Il tecnico in questione, aggiusta la lavatrice, ove possibile, utilizzando i pezzi forniti dalla casa di produzione, che ha concesso la garanzia al momento della vendita. Il tecnico, per quanto pieno d’iniziativa, non cambia il funzionamento della lavatrice. Il “progetto lavatrice” resta intatto come ideato dagli ingegneri della casa di produzione. Un governo tecnico dovrebbe, per definizione, aggiustare i pezzi della lavatrice, non innovarne le dinamiche interne o sconvolgerne il progetto iniziale. Se ci fosse questo sconvolgimento, la lavatrice sarebbe da considerare un nuovo modello. Il tecnico si sarebbe trasformato in un ingegnere o un progettista. Un progetto è una struttura che vive di una coerenza interna con delle finalità precise.

Dal suo insediamento, il Governo Monti ha varato la riforma delle pensioni, quella del lavoro, la riproposizione della vecchia I.C.I. col nome di I.M.U., e, più in generale, un robusto taglio della spesa pubblica. Si può rinvenire, in questi provvedimenti, un progetto politico e una scuola di riferimento. La disciplina del mercato del lavoro è, ad esempio, elemento determinante nella comprensione della visione politica di un governo, esattamente come il volume della spesa pubblica. Il governo Monti è, quindi, un governo politico, anche se la politica tradizionale, nell’esaltarne la sobrietà, si ostina a considerarlo tecnico.

Un paese che comprende questa idea, è un paese che si esprime in maniera più matura nelle urne.

Francesco Ditaranto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s