Esercizi di stile

Conversazioni romane: la statua del Papa

Treni in ritardo, autobus sovraffollati, disservizi. Classiche “ conversazioni” alla Stazione Termini di Roma: dialoghi di pendolari inviperiti, imprecazioni in dialetto, addetti al trasporto che ripetono il mantra aziendale: “ci scusiamo per il disagio”.

Ironia linguistica tutta romana. Semo romani volemose bene. Non più lamentele e discussioni sul meteo capitolino, da due giorni “Conversazioni” è il nome della statua dedicata a Giovanni Paolo II alla Stazione Termini. Restaurata dopo le proteste del 2011: proporzioni sbagliate, forme distorte. La Roma Cristiana -non solo gli autobus – chiedeva giustizia.

Lo sguardo accogliente di Karol Wojytila è tornato, due giorni fa, a controllare il traffico romano e le ristrutturazioni infinite attorno alla Stazione Termini. All’ inaugurazione hanno presieduto l’autore della scultura Oliviero Rainaldi, il sovrintendente ai Beni Culturali del comune di Roma Umberto Broccoli  e il sindaco Gianni Alemanno che ha dichiarato: “I lavori di completamento dell’opera non hanno comportato nuove spese per Roma Capitale, poiché fisiologici e già compresi nei costi iniziali». Semo romani magnomose du spaghi.

Le “conversazioni” polemiche già infiammano la città. Le opposizioni sono contrarie. Restyling e Chiesa non vanno a braccetto. Su internet è già un tormentone la foto che maschera la statua da Batman. I romani hanno altri problemi. Ma passano sotto la statua, con un autobus in ritardo e chiacchierano. Semo romani, colle conversazioni ce famo la scarpetta.

Il banco di prova per la giuria popolare è il 64. Autobus divino che ha il compito di trasportare turisti e viandanti dalla Stazione Termini al Vaticano. Da Papa Giovanni II al capolinea: il Cupolone. L’autobus numero 64 è Roma. Guide turistiche straniere mettono in  guardia sprovveduti forestieri. Genitori premurosi spaventano i loro figli. Non accettare caramelle dagli estranei e attento quando sali sul 64. Nell’ immaginario di stranieri e fanciulli l’autobus in questione è covo di pirati, faccendieri e rapinatori. Il 64 in realtà è lo specchio di Roma: un ammasso di gente schiacciata in uno spazio soffocante, un gruppo d’ inermi spettatori di meraviglie architettoniche all’ esterno.

Il giudizio del 64 è vitale: paradiso o inferno. La statua attende.

Notazioni: oggi verso mezzogiorno sono salito sul 64 a Largo di Torre Argentina, direzione Stazione Termini. Classiche “conversazioni”, lamentele, sbuffi, rimproveri di spinte ogni volta che passa qualcuno, ondulazioni e cantilene del mantra del pendolare: scende alla prossima?

Tutto normale fino alla statua. Due giovani americani adepti della religione pagana del Pub Crawl incrociano l’oracolo, portavoce della cittadinanza romana. Un tipo di circa sessantasei anni, cappello floscio con una cordicella al posto del nastro , collo troppo lungo, come se glielo avessero tirato. Inglese maccaronico. “Fiumicino aeroporto good?” “Roma good?”.

Non s’era in pochi a spostarci. L’attenzione del 64 era tutta rivolta all’ oracolo quando l’autobus è passato accanto alla statua. “Questo è Giovanni Paolo secondo, Gioannes Paulus second. No good!” “No good?” i due americani rimangono perplessi. Sete romani nve volete bene?

“No n’avete capito! Gioannes Paulus good” si giustifica l’anziano saggio poggiandosi la mano sul cuore “la statua no good. Vedi che brutto! No good! Michelangelo se sta a rivoltà nella tomba. Se ce fosse ancora er poro Michelangelo iavrebbe sparato a ‘sto scultore!”

Le conversazioni romane del 64 hanno espresso il loro giudizio. Semo romani volemose bene. Ma non troppo.

Giulio Ciavarella

One thought on “Conversazioni romane: la statua del Papa

  1. Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gi salvato il sito tra i segnalibri per non perdermi nulla!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s